Il nuovo Bon ton a tavola

Copertina anteriore
Salani - 80 pagine
Qual è il numero ideale di ospiti per la buona riuscita di una cena? Si portano i fiori alla padrona di casa? Dove si fa sedere l’ospite di riguardo? Lei giocherella con la forchetta: che cosa vorrà dirmi? Lui valuta per mezz’ora la lista dei vini: esperto o ossessivo-compulsivo? Questo manuale spiega in modo ironico e divertente il galateo del terzo millennio. Utile per ripassare (o scoprire per la prima volta) le regole del perfetto invitato e dell’ottimo padrone di casa, in più svela come conoscere davvero una persona decodificando il suo linguaggio corporeo durante una cena. Uno dei modi più efficaci per capire davvero i propri simili è infatti invitarli a consumare un pasto insieme. L’ignaro convitato non si immagina che la tavola, disponendo all’intimità e alla condivisione, inducendo alla confidenza e al rilassamento, è uno dei luoghi in cui l’essere umano, involontariamente, rivela se stesso, si espone, e a volte – ahimé – si smaschera. Ecco che allora può bastare una cena insieme per capire se lui/lei sono la persona giusta per noi e se vale la pena di dividere tutti gli altri pasti della nostra vita... E una volta che la coppia è formata entra in gioco lo Sgalateo, ovvero il galateo sovvertito e riapplicato a piccanti ed esclusive cene a due, dove l’unica regola è il piacere di stare insieme.
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Indice

Sezione 7
Sezione 8
Sezione 9
Sezione 10
Copyright

Parole e frasi comuni

Informazioni sull'autore (2012)

Dopo aver scoperto di non voler fare la professoressa di italiano, Roberta Schira ha recuperato e sviluppato le sue grandi passioni: i libri, la cucina e la psicologia. Sapientemente miscelate, sono diventate un lavoro: l’autrice è infatti critica gastronomica, pubblicista, psicologa del gusto, scrittrice e cuoca discreta. Già autrice di svariati ricettari, con Ponte alle Grazie ha pubblicato Amore goloso, il romanzo culinario Piazza Gourmand e Il libro delle frattaglie e La pasta fresca e ripiena.

Informazioni bibliografiche