Il palazzo dei sogni

Copertina anteriore
TEA, 2010 - 205 pagine
0 Recensioni
Google non verifica le recensioni, ma controlla e rimuove i contenuti falsi quando vengono identificati
Discendente da un'illustre famiglia di grandi servitori dello Stato, Mark-Alem Quprili inizia la sua carriera nella più segreta, e al tempo terrificante istituzione che si possa immaginare: un organismo preposto a raccogliere fin nelle più sperdute province i sogni di tutta la popolazione, per poi radunarli, classificarli e interpretarli al fine di isolare una serie di "Sogni-Guida", suscettibili di annunciare il destino del regime e del suo tiranno. Di questo inferno burocratico, di questa colossale macchina della verità Mark-Alem raggiunge ben presto la vetta gerarchica, scoprendosi padrone di un potere senza limiti ma anche schiavo di una tormentosa ossessione: cosa accadrebbe infatti se un giorno dovesse leggere in qualche sogno anonimo la disgrazia e la condanna della sua stessa famiglia? Scritto e pubblicato in Albania, quando ancora Kadaré non era stato costretto a riparare in Francia, questo romanzo per molti versi profetico ci investe con la potenza di una perfetta metafora, svelandoci l'archetipo di quelle polizie segrete delegate a garantire il perpetuarsi delle tirannie, da quelle più lontane nel tempo a quelle di cui la nostra epoca ha visto la nascita, il rigoglio e finalmente il crollo.

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Informazioni bibliografiche