Homo instabilis: sociologia della precarietà

Copertina anteriore
Editoriale Jaca Book, 2007 - 1032 pagine
0 Recensioni
Il volume presenta una serie di ricerche sia empiriche che teoriche svolte nel quadro di un progetto di interesse nazionale che poneva al centro della riflessione il problema del lavoro, nei suoi sviluppi odierni e nelle sue molteplici forme di flessibilità e di precarietà. Come si conviene ad una indagine che ambisce ad utilizzare criteri scientifici, non è stato assunto nessun punto di vista pregiudiziale, lasciando alle concrete analisi l'opportunità di esprimere tutto il loro potenziale conoscitivo e costituire pertanto fonti originali per una riflessione aperta e non convenzionale. Un presupposto è stato tuttavia mantenuto: la centralità del lavoro anche in un'epoca che sembra far di tutto per ridurne il senso, minimizzarlo o dissolverlo. Per la generalità degli individui, al contrario e nonostante apparenze peraltro assai discontinue, il lavoro continua ad essere una risorsa assolutamente imprescindibile e un traguardo da raggiungere per la realizzazione del proprio progetto di vita. Ma anche il lavoro cambia: cambiano le modalità pratiche di effettuazione, cambiano gli stili, cambiano gli schemi, cambiano le relazioni. Il mondo del lavoro deve essere dunque storicizzato e reinterpretato alla luce di ulteriori fattori che agiscono sulle situazioni globali e su quelle locali.
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Indice

Introduzione
161
Globalizzazione e trasformazioni del capitalismo
176
Conclusioni Uno sguardo dinsieme
204
La dimensione europea del lavoro interinale
220
Nota conclusiva
233
IL CASO ITALIANO
247
Conclusioni
271
Libero
308
Gli attori della flessibilità I dipendenti e il sindacato secondo limprenditore
678
Bibliografia
686
A chi conviene la flessibilità? Il capitalismo italiano nellera della precarietà
708
Riflessioni conclusive
764
UNALTRA CHANCE
769
Bibliografia
787
Prospettive sul futuro
800
Letture ambivalenti
819

Repubblica
328
Conclusioni
360
Fonti
362
una precarietà istituzionalizzata?
371
traiettorie e strategie
402
La voce dei docenti precari
432
Conclusioni
471
Appendice statistica
482
Bibliografia
492
La disciplina del parttime nelle amministrazioni pubbliche Raffaele Galardi
523
Bibliografia
554
La flessibilità interna
578
Bibliografia
585
Continuità e discontinuità nel rapporto tra domanda e offerta
597
un salto nel passato
611
Lavoro e aspirazioni di vita dei giovani portuali livornesi
626
Appendice statistica
637
FLESSIBILITÀ E MONDO DELLIMPRESA
643
metodi e risultati
663
essere imprenditore oggi
669
Dallo Statuto dei lavoratori ad oggi
836
Conclusioni Verso la sostenibilità sociale della flessibilità
859
Precarietà urbana precarietà sociale e diritti
876
MONDO DEL LAVORO NELLE OPERE CINEMATOGRAFICHE
885
Cinema e lavoro
893
Conclusioni
902
Bibliografia
909
Lavoro irregolare lavoro precario lprecursori di Sennett
924
Conclusioni
932
Lavoro e carattere in Georg Simmel
942
Lavoro e personalità in Max Weber
953
Considerazioni conclusive
965
FLESSIBILITÀ E MEMORIA
971
Identità Sradicamento e possibilità
981
Memoria Definire il presente
988
Bibliografia
997
CONTESTO SOCIALE DELLUOMO FLESSIBILE
1001
Tempo
1016
Bibliografia
1031
Copyright

Parole e frasi comuni

Informazioni bibliografiche