Petra Allegherii super Dantis ipsius genitoris Comoediam commentarium

Copertina anteriore
Vincenzo Nannucci
apud Guilielmum Piatti, 1845 - 760 pagine
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina xx - O voi che siete in piccioletta barca, Desiderosi d'ascoltar, seguiti Dietro al mio legno , che cantando varca , Tornate a riveder li vostri liti, Non vi mettete in pelago; chè forse, Perdendo me , rimarreste smarriti. L' acqua , ch' io prendo, giammai non si corse : Minerva spira , e conducemi Apollo , E nove Muse mi dimostran l ' Orse. Voi altri pochi, che drizzaste
Pagina 550 - Principio coelum ac terras, camposque liquentes Lucentemque globum Lunae, Titaniaque astra Spiritus intus alit, totamque infusa per artus Mens agitat molem, et magno se corpore miscet... Igneus est ollis vigor et
Pagina lxxxv - parvoli desiderare massimamente un pomo , e poi più oltre procedendo, desiderare uno uccellino, e poi più oltre desiderare bello vestimento , e poi il cavallo , e poi una donna , e poi ricchezza non grande, e poi più grande, e poi più. E questo incontra perchè in nulla di queste cose trova quello che va cercando , e credelo trovare più oltre.
Pagina v - I narro, A darne tempo già stelle propinque Sicuro d ogni intoppo ed ogni sbarro , Nel quale un Cinquecento diece e cinque Messo di Dio anciderà la fuia, E quel gigante, che con lei delinque.
Pagina cxiii - E in sul dosso di questo cerchio nel Cielo di Venere , del quale al presente si tratta , è una speretta, che per se medesima in esso Cielo si volge, lo cerchio della quale gli Astrologi chiamano epiciclo : e siccome la grande spera due poli volge, cosi questa piccola : e cosi ha questa piccola
Pagina 41 - Ultima Cumaei venit jam carminis actas, Magnus ab integro saeclorum nascitur ordo, Jam redit et virgo, redeunt Saturnia regna, Jam nova progenies coelo demittitur alto. Tu modo nascenti puero, quo ferrea primum Desinet,
Pagina 205 - Mantua dives avis, sed non genus omnibus unum ; Gens illi triplex, populi sub gente quaterni. Ipsa caput populis : Tusco de sanguine vires, Hinc quoque quingentos in se Mezentius armat, Quos patre Benaco velatus arundine glauca
Pagina 524 - Domine, bonum est nos hic esse: si vis, faciamus hic tria tabernacula, tibi unum, Moysi unum, et Eliae unum. Adhuc eo loquente, ecce nubes lucida obumbravit eos: et ecce vox de nube dicens : hic est filius meus dilectus, in quo mihi bene complacui.
Pagina lxxxviii - Furono filosofi molto antichi, delli quali primo e principe fu Zenone , che videro e credettero questo fine della vita umana essere solamente la rigida onestà , cioè rigidamente , sanza rispetto alcuno, la verità e la giustizia seguire, di nulla mostrare dolore, di nulla mostrare allegrezza, di nulla passione avere sentore. E
Pagina xx - L' acqua , ch' io prendo, giammai non si corse : Minerva spira , e conducemi Apollo , E nove Muse mi dimostran l ' Orse. Voi altri pochi, che drizzaste il eolio Per tempo al pan degli

Informazioni bibliografiche