Immagini della pagina
PDF

fta delle Croccile, la quale prende il nome dalle Croci di panno Iconato,chc portano in pectc,e nel mantello i PP, Miniftri degl'infermi, la Chiefj,c cafa de'qualichcquì li vedonorebbero quello principio.

11 Padre Calmilo de Lellis nato UelCalU-llo di Bucchianico dellsu Provincia d'Apruzzo Diocru di Chieti, doppod'havere emenda li vita, per prima menata trà lemódane icialacquatezze fi ridufle ve* rameateà Dio,e fi diede à tanto rcrvere di fpirito, che flindo con utile grande del profilino una CcngrcCatione di Chierici con inftittito, <6cobligo di yoto di fervire gl'in» fermi anco appettati, equeftafundatione fu nell'anno 1584. e con. firmata, &approuata dal Pontefice SiHo Quinto à ig. di Marzo de) 15 So.& anco da Clemente Ottavo, e privilegiata con molte efentioni,

11 DottorMira Spaglinolo,chcfii Vefcouo di Caftell'à Mare di Stabia grand'amico del Padre Carni!

lo

Giorxtt* 7Vr«4. 171 lo trattò-coH'iireflo Padre che tonda (Te in Napoli una cafa della fu a Congregatone per l'utile che polevano ricevere i poveri infermi,de agonizanci dalla carità di quei Padri. Fu conchiufa li fundationc, & à ig.o'Ottobrcdtrl 1588- il Padre-, Camillo con altri Tuoi compagni vennero in Napoli, e per qualche^ tempo fi tratcennero in una cafa a pigione. Pattarono poi nella Chicla di S.Maria d Agnone ( Monaltelio difmeflb)poi D. Rubcrca Carrafa, D.Coflanzadel Canotto, e D. Giulia delle Caftella donaronoalli Padri feudi 15.mil.i, colli quali co. prarono molti palazzi in quefto vico de' Mandeli, e particolarmente qurllodella famiglia Gairota, di Mjrio,molto grande, & ivi fondarono, e labro habitatione , e la Chi eia doucalprefentcfi vede.

Nell'anno pofcia 10*38. in circa

coH'ajnto de' complatcarii,e d'altri

devoti furono buttate giu le cafc./t

chetavano amianti la Chiefa , e fi

Pp 4 forformò quefta piazza.

Quefta parte di ftrada i cioè dal Monafterio del Divino Amore fiiu pattatala Ghiera di $. Giorgio dicefi la Vicaria vecchia, che dà il titolo all'ottina Orionc,e così nomi jnafi , perche qui flava il Tribunal della Vicheria , e proprio nell'entrare nel vico degl'Orimini, chi.» hojrpifono le cali- della fimiglia

C» *.> »>

Canipoli,& in una cafa flava ilTribjnr.ii' civiJ^rcli'ahro criminale, e liair^in.i r.li'alcra (1 pafTava per un^ porvcjc, uno alii 17. di Octobrcdd iti-ì,f; vclcus no l'armi Pvcgic Aragonciì nella f..!a, ed anco quello tlel gran Giuftiticrc ili ci,ijci tempi, e qucflo nei detto rrnipo fuma confumate da un ficrilOmo incen» dio , che s'eccitò in una bottega di fpetialc , cheviftava di fono prr moki barili di terebinto , og'.io ci i lino, ed altro bitume . E da q-icllo luogo fu da D.Pictro di Toltilo Umfportata ntlC'aftel rii Capu.Tn3(come fi dille), e qui è d'udii 'ufi una cu« Giornata

tiofirà, & è nella (tracia avventi del vicolo de gl'Orimini vi fi vede una pietra quatratatera la baie della co* lóiia su la quale fi faceva ccflìonc di beni, cometta avvanti de' Regii Tribunali, e quefta bafc (là Cotto terra,come fi viddedell'accomodar la Hrada.

Tirando avvaoti à delira,vedefi la porta minore dell'antica Chiefa di s.GiorpJo maggiore , benche col tempo hà da edere la porta prìncìpale,havendomuiata forma, come li dirà.

Quefta Chiefa per antica tradì» tiene fi hà, che fuflc (tataedificata nel tempo dell'Imperador Coftantino il Gtande,perchcin quei tem* pi era hcilc(cred'io)da quel pio,c« primo Imperador Chriftiano ottenere qualche elcmofina i e Ibvven» tiene per erigere qualche Chicfa.

Dalla fua prima fundatione dedicata venne al Santo MartircGicrgio, pofcisfu ella reftaurata qucnPp 5 do

vi fiì trasferito il Corpo di $. Severo,& in molti antichi iftromenti yien chiamata Chiela Scveiiana, ò perlacaufa fudetta della Translatione del fuo Corpo dall'antico cimiteriodi s.Gennaro fuori le mura. E quefta una delle quattro Parocchie maggiori della Citt.ì,c vi e un' antica tiaditione, cheildettoSanio fe ne fufle icrvito per Cattedrale, argomentandolo da una Sedo Vefcovaledimaimo, che hopgi fi fcrba nella Cappella-Laterale dalla partedelPEpiltola , benchedi quefìp,e fimili fedi fe ne veggano nella ChiefadiS. Maria della Rotonda, & altre , come antecedentemente fi

.

Quefta antica Chiefa è abbadia, le, flccprebendada tempo immemorabile annoia ad uno de' Canonicati Diaconali della noftra Cattedrale, chcdà titolo di Abbate di S. Giorgio , ecapo del Collegio de' Preti,che in effa fi vcde.e che «e' téj>i andati v'amtniniilrauano i Sa

cra

« IndietroContinua »