Immagini della pagina
PDF

da quello Tempio dittante, & alci ni per autcticare il detto del Gio dano hanno fciìttOiChc il Temp già detto flava dove è la Chiefa S.Maria ad Hercole , hora detta. Eligio de' Ferrari i che è deliaci munità-di queftiFabri, mà quel non han cercato dibcneoflervarl perche quefta Chic/A diS.Maria ella fundata dalla nobile famigl d'HercoIes> che godeva nel fedilc di Forcella* <3cnabitaua.in quef vico , dal quale per i'habitatìoru forfe prefo haveva il nome.

Nel mezzo di quefto vico a Ho flra quando fi vàgiu vi e un vice letto Hn'hora detto delle Colono e fino a' noflri tempi nella cafa .

ve n'erano trè ai

ciche in piedi,quali furono tolte via dal padrone per rifarla , mina dando ruine,& eficndo io giovai ia età di 20.anni da un tal vecch detto Gio: Andrea Filofo in eia anni 104. mi fu detto, che nell'ai no ijtfo.D.Parafan de Rima Di

ca

ca d'Alcali Vice-Re di Napoli vi /è cavareje vi trovò trà molti tronchi di colonne,una intera di palmi 20. di marmo verde antico, che era di meraviglia per la bellezza, e che fimilenonfe n'era veduta.

Nell'anno i<55O.r.lcuni maliciofi teforifti cntrorno in una cafa preffo dellegià dette trè colonne, e di notte vi cavorono, mà eflendo (lati (coverti i e corretti à fuggire vi laCciarono (coverto un bufcio , per Io quale Ci calava (otterra,come io., un'atrio, «5: i vi fi vede vano belli Ilimcveftigiadi fabrica antica Isterica tramezzata di marmi quadrati, e daun lato vedevafi una volta ben fatta, che tirava verfo la Chicfa vii S,Maria a Piazza, e quello fu da me oflervato, in modo che per me non vi e dubbio, chcin quefto luogo nò fuflc (lato il Tempio già detto d' Hercole addotto dalli Scrittori (bpradetti coll'attcitati di molti antichi.

Dirimpetto a quefto vico a fini.
Qjq 2 iìra

ftra le oc vede un'altro anticamen« te detto Lampadio,hora dicefi della Pace,perche fpùca à quefta Chic« ut dicefi LampadiOjpercheinque(lo,detto gioco s'adopra va, elicerà il correre per lo ftadio con le lam. pane accefe in mano,e quefto gioca era annoverato trà i giochi Ginnici, & il Ginnafio colle Tcrmeera^ preflo diquefto vico.

Et entrando in detto vico, volgendo à deftra tutto quefto comprchcnforio, principiando da qua, chs hora fidice la Giudeca vecchia, appreflò laftradadiS. Nicolò à D, Pietro,li portici detti di Caferta,Ia piazza de' Tribunali, e dalla deftra <loue è la Tarocchiate detta S. Maria a Cancello, e tutta quella parte, che va detta Sopramuro, che anticamente detta veniu.i Corte Bagno tutto veniva detta Regione Termenfe. Il noftro Giordano fcrivt» che in Napoli v'erano due teatri, uno come diftimo nella regione dì Montagna , l'altro nella regione

GiornAt* Terzi. 29 j Termenfc. Laiena dilucida qucfto paflb con ingegnofe ponderanoni, cfode autorità, dicendo che quello della regione della Montagna era il teatro.e perle fcene,e per la mufic3|C per altri fpettacoli teartrali,& in quefta regione Termen*e era il Ginnafio per efercitarfi ind«verfi giochigìnnici, come di Iurta , di Corfo , & altri, comea fcrivoaodaHercoleiftituìti,e però ilGinnafio ad Hercole dedicato ve« niua,e che neceflariamétc preflb dd Ginnafio ftar ve dovevano le Terme, per dover/ì bagnando^ riftorarcgl'afFaticati Atleti,e veramsnteconofcefi chiaro di non havere errato Lafena, perche oltre le antiche veftigia,che di quefta macchina fi redono ne i portici de' Caferta à tempi noftri fi fono fcovertc tante altre veftigia, che fe cavar fé ne potefle un'intera pianta, Napoli non haurebbe in che invidiare qualfifia piu famofa anticaglia. £ per darne qualche noti tia. La 3 Chic

Chicfa diS.Nicolò deetafà D. Pieiro,efcrvita da alcuni Preti della-, Congrcjratione detta:dellaDottriluChriltiana.CoH'occaftoncdi far qyfti Padri un chioftro per loro habitationc buttarono giu molte c.ife fotto delle quali vi fi fono trovate cofcbelIHfime. Vifitrouòun ampio pavimento compofto tutto di picciole petrucciedi marmo comdìc, un'altro ben grande tutto di mattoni di due palmi, e mezzo iru quadro, &altiquattr'oncie incirca , dell! quali (i fono ferviti per !.ìf)ricare il pavimento del di loro cenacolo. Vi fi io no trova te & moie muraglia tutte d'opera latericaw nelle facciate i ben'ampie i &anco xi'opera reticolata eoa molta diligenza lavorate.

Dovendoti fare la nuoua Chiefa perla Congrcgatione delti Fratelli del Monte de'Poveri ficauòperlc fondamenta, e vi fitrouornopezz di muraglie famofiflìme tutte d*0' pera greca,laterica,e reticolata.

la

« IndietroContinua »