Immagini della pagina
PDF
[ocr errors]

la alcune altre cafe preflb I* Chicfadi S.Maria della Pace, fimilmencefi trovarono veftigia diquefto teatro. La grotte di S. Martino anco è parte di quefto.

Anni fono il Dottor Orario Giannopoli volendo rifaro la Tua cafa vi trouò una lunga t e ben formata volta, bene architettata, & adornata con lavori mufivi, che tiraua verfo del teatro fudetto,& anco in diuerfe altre cafe fe ne veggono , e dicontinuo fe ne trouano» nuoue veftigia.

Nè è meraviglia, che preflb dt emetto luogo , è proprio doue ftà la fontana detta dell'Annuotiata vi fi troui quell'antico marmo , grcco,clatino,nelquale filegge, che l'Impcrador Tito haveffe tatto re(laurare il Ginnafio molto mal ridotto da trcmoti,C fi ftima,(hequc« fio marmo trouato fe fia nelle ruincdiqueftoGinnafio ,eTerme,& in tal luogo collocato.

Tirando piu auuanti dal vico

Qjl 4 g'à

già dettoHercolenfc,vedefi a finilira una falita di mattoni,& al preferite chiamali falita di Copra muro, perche perquefta fi faliua (opra l'antica muraglia,della quale n'apparitono alcune veftigia , e poco piu auuanti frana l'antica Porta Nolana , che poi fu trafportata da Ordinando Primo nel luogo dove hoggifi vede.

Fallato il curvo della ftradagià deferirla di Nilo,e Forcella , vedeli tabella ftradai che continua fino alla Porta Nolana dal noftro volgo detta Novale, e queftahoggi chiamafiftrada dell'Annuntiata , e fu ridotta in così bella forma , circa-, «l'anni 1544.dal Vice-Re D. Pietro di Toledo.

Si diceva ancora anni fonoflrada degl'Organari,perche qui era/L qur fi tutteleboteghe, chclauoranano Organi. Principiaquefta di un quadrivio.

Al vico à deftra anticamente di' ccvatì Campignano : hoggi dell' Egittiaca, perche pafla per fotto la Claufura di quefto Monafterio a quefta Santa dedicato, che hà la porta dalla ftrada maeftra dirimpetto alla fon tan a. E quefto Monafterio fu dalla religiofiflìma Re-; gina Sancia d'Aragona edificato nell'anno 1341. e l'edificò perle donne ,che lafciar voleuanole laidezzc del mondo per darfi à Dio » (tante che piu capir non ne potè* uanonel Monafterio della Maddalena edificato prima , ( come fi dira.)

L'altro à finìftra dice/ìanco vico dell'Annunciata , e poi fino a tempi noftri chiamauafi ftrada de* gl'intagliatori,pcrchc in quefta,al» tre boteghenon v'erano > che di fcultori in legno , e ve n'erano de* valentiffimi huomini. Dicefi dell9 Annuntiaca,perche per quefto vafG alla porta della Chiefa, &al campanile, mà prima d'entrarui vi fi vede una cappelletto al muro , o fotto di qnefta un'antico marmo con ifcriccione greca , e latina in-. memoria di Tito Vcipefiano, elic_» rifece il già ruinato Ginnafio, dal tremuoto, che dice così.

[ocr errors]

,, ,, AVGV

S7VS ,, ,, M F. CONS. Vìi. CSN

SOR PP, ,, ,, Tl'BVS CONI APS A M>

STITV1T.

Qiiale daGiorPaulo Vcrnalione cruditiftirno nella Greca lingua la rifece con aggiungervi le lettere, che vi mancano, ed è i! feguentr.

[ocr errors][ocr errors]

COLLISA 'J(ESTJTV/T.

Màquefta ver/iòne non vicno perfettamente fatta: leger però (i può quel che ne fedire l'accurato noftro Pietro Lafena nel Ginnafio ilio al foglio 69. e l'eruditiflìmo noftro Fabio Giordano} checca

« IndietroContinua »