Lettere sui primi libri a stampa di alcune città e terre del l'Italia superiore: parte sinora sconosciuti, parte nuovamente illustrati

Copertina anteriore
C. Palese, 1794 - 132 pagine
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina cxxxii - Veneti» che possa, essere stampato , osservando gli ordini in materia di Stampe , e presentando le solite Copie alle pubbliche Librerie di Venezia, e di Padova.
Pagina cxxxii - Petrarca ec. ms. , non vi esser cosa alcuna contro la santa Fede Cattolica , e parimente per attestato del Segretario nostro , niente contro...
Pagina xxv - Imprimentur autem posthac libri alterius generis litteris et eleganter arbitror. Nam et fabri et aliarum rerum, quarum hactenus prompter indigus fuit, illi nunc Dei munere copia est qui cuncta disponit pro suae voluntatis arbitrio. AMEN.
Pagina cxxxii - MS non v'esser cosa alcuna contro la Santa Fede Cattolica, e parimente per Attestato del Segretario nostro, niente contro Principi, e buoni costumi concediamo Licenza...
Pagina lxxix - ... the same conclusion is drawn from it, respecting its typographical similarity to the Cecco d'Ascoli, printed by Ferandus. ' Fu da me ritrovato in Brescia, e al confronto si manifesta affato simile all' Acerba nella qualita, del carattere, e della carta, che ha la stessa marca, e nell' ineguale e rozza disposizione tipografica.
Pagina xvi - Santificato il tuo fato nome : Rendiamo gratia di quel che tu fia. Da ogi a noi la cottidiana mana : Senza la qual per quefto afpro deferto: A retro va chi più de gir s
Pagina civ - Verona; anzi il medesimo libro, in alcuni esemplari porta col suo nome la data di Verona, e in altri quella di Brescia.
Pagina xciii - Eruditi, che mentre attendono a pascere se é gli altri di cognizioni, trovano rare volte chi voglia pensare alle loro necessità; verificandosi il detto *tei Savio Nec doctorum diuitiae. Nell'anno 1474 due forestieri vennero ad aprire una nuova Stamperia in Brescia, come si rileva dall' opera intitolata: HOMERI Poetarum Supremi ILIAS per Laurentium VaHenfèm in Latinum fermonem traducta.
Pagina cxxiii - E x poi egli credibile, che non dovesse impiegare qualche anno a fondere i suoi caratteri, ea preparare tutti gli attrezzi necessari prima di poter dare un...
Pagina xxv - Firenze, per esser già noto un certo FRANCESCO di cognome, non di nome VENTURINO , per l'Opera. FRAN(i) Meerman Orig. Typogr. T. i. pag. 95. 4.° Hagae Co

Informazioni bibliografiche