I paralipomeni d'Omero: poema di Quinto Smirneo detto Calabro, Volume 2

Copertina anteriore
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Sommario

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 198 - Come industre nocchier quel legno formi * Che de
Pagina 157 - Ma bene in Pari sì, che nulla stima Fé di Giove ospitale , e di tua mensa . Ma sovra lui gran dolor versando Fatto vendetta ha la Giustizia ornai.
Pagina 173 - La tua reggia, e il tuo letto, anzi rapimmi E di Alessandro , e de' Trojan la forza Essendo tu lontano: e me, che pure Dolente i giorni miei finir volea O con rigido ferro, o crudo laccio, Ritenuer negli alberghi, e con parole Dolci racconsolaro, ahi!
Pagina 166 - Ecuba a forza traeva seco , a cui Dagli occhi discorrea, come da fonti, Di lacrime gran copia...

Informazioni bibliografiche