Alberto Burri

Copertina anteriore
Skira, 2008 - 238 pagine
La monografia, pubblicata in occasione dell'importante retrospettiva alla Triennale di Milano, ripercorre cinquant'anni di carriera dell'artista - dagli esordi al 1995, anno della morte - attraverso un centinaio di opere tra le più significative della sua produzione. Come spiega Calvesi "II suo iniziale tirocinio come pittore figurativo è molto breve e si chiude già con il 1947. La produzione astratta si può suddividere in due grandi blocchi: nel primo la superficie dei dipinti, accidentata e irregolare, a volte scoscesa, mette in evidenza la vita delle diverse materie (i sacchi, i legni, i ferri, le plastiche) con le loro crude superfici; nel secondo diventa più livellata e regolare, intrecciando al colore, che può assumere un ruolo esclusivo, le trame della materia: assunte ora soltanto nel loro valore di vibranti tonalità e non già nella drammaticità dei loro movimenti, queste si presentano più uniformi, pur nel loro aspetto ruvido o poroso."

Dall'interno del libro

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Indice

una autobiografia
19
Burri lessenzialità della scena
37
Burri a Milano
51
Copyright

3 sezioni non visualizzate

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Informazioni bibliografiche