Il cibo come fonte di essere e ben-essere

Copertina anteriore
Armando Editore, 2007 - 111 pagine
Alimentarsi: un atto che avviene più volte nell'arco della giornata, spesso routinario, scontato, compiuto distrattamente in concomitanza con altre azioni, di fronte ad un giornale aperto o ad una televisione accesa. Ci vengono offerti continuamente consigli nutrizionali sempre più uguali a se stessi, spersonalizzati, poco sentiti, al punto da sembrare cliché. Tutto ciò si ripete fino a quando non ci accorgiamo d'improvviso che qualcosa non "funziona" più: il meccanismo si inceppa e ci troviamo a dover fare i conti con noi stessi. È possibile, con una maggiore consapevolezza dei significati più profondi del cibo e del cibarsi, riavvicinarsi alla sfera alimentare in modo più sano, maturo e ricco di piacere. Quest'opera si propone di accompagnare il lettore in un percorso di conoscenza di se stesso e dei significati più profondi e personali della sfera alimentare. Se infatti il cibo è la fonte del nostro essere, in quanto indispensabile alla sopravvivenza, allora perché esso non può costituire anche la fonte del nostro ben-essere?
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Indice

Introduzione
9
Simbolismo e relativismo alimentare
23
Le essenze della vita
48
Il cibo tra piacere e condanna
65
Cibo e cinema
94
Bibliografìa
110
Copyright

Parole e frasi comuni

Informazioni bibliografiche