La marcia nella musica europea. Con approfondimento sulla marcia sinfonica

Copertina anteriore
Animando Edizioni Musicali, 2009 - 111 pagine
Il genere della marcia è quello più vicino alla musica per banda, visto che per esigenze pratiche, questo ensemble formato da strumenti a fiato e percussioni, è l'unico che riesce a esibirsi in movimento. Possiamo affermare che lo scopo primario della marcia, dovuto anche all'andamento ritmico che la contraddistingue, cioè quello binario, sia stato fin dall'antichità quello di sincronizzare il passo dei soldati. Le prime testimonianze scritte di questo genere risalgono al XVI secolo e al XVII secolo, che hanno visto fiorire le prime marce, composte espressamente per uso militare, da Lully e Philidor, detto l'Aîné. (Dall'introduzione)

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Informazioni bibliografiche