L'italiano: Pensieri critici su un popolo acritico

Copertina anteriore
L'Universale
0 Recensioni

 “L’italiano: pensieri critici su un popolo acritico”, è uno di quei pochi libri nei quali il titolo racchiude fedelmente l’intera opera. Due autori diversi, due generazioni diverse (Elio Veltri è un classe ’38, Stefano Poma un classe ’84) ma che si ritrovano nell’anticonformismo viscerale, che non colpisce solo le più alte cariche pubbliche, sempre additate per ogni disgrazia o evento nefasto, ma anche nel bacchettare quell’italiano medio che, in una democrazia, è quasi sempre causa del proprio male. Stupidità, ignoranza, corruzione, nepotismo e familismo amorale sono le tante facce di questo libro che ne descrive, in sostanza, una sola: quella dell’italiano che critica gli altri non sapendo di criticare se stesso, i propri difetti, le proprie paure. Gli autori, con questo libro, tenteranno di farglielo capire.

 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Pagine selezionate

Indice

Sezione 1
Sezione 2
Sezione 3
Sezione 4
Sezione 5
Sezione 6
Sezione 7
Sezione 8
Sezione 15
Sezione 16
Sezione 17
Sezione 18
Sezione 19
Sezione 20
Sezione 21
Sezione 22

Sezione 9
Sezione 10
Sezione 11
Sezione 12
Sezione 13
Sezione 14
Sezione 23
Sezione 24
Sezione 25
Sezione 26
Sezione 27

Parole e frasi comuni

Informazioni bibliografiche