Napoli street. Curiosità, come, perché

Copertina anteriore
CLEAN, 2014 - 160 pagine
"Come nasce questo libro? Dalla curiosità di un napoletano e dalla voglia di far conoscere ad altri ciò che nel frattempo avevo appreso e ricordato; ad altri che hanno voglia di conoscere meglio questa bella Città e di amarla e rispettarla. Da bambino, leggendo anche distrattamente le targhe riportanti i nomi delle strade (targhe odonomastiche), cercavo di capire il perché quella strada avesse quel determinato nome (toponomastica). Per la maggior parte la risposta era ovvia e scontata: via S. Antonio Abate era così denominata per la presenza in sito della chiesa del Santo, come per le vie Santa Lucia, Santa Brigida ecc.; altre in ricordo di un personaggio storico o famoso (corso Garibaldi, via Caracciolo, via Diaz ecc.). Ma altri nomi da dove derivavano, qual era l'origine e il perché? Dapprima iniziai dalla strada in cui ero nato, via Arenacela, e poi presi l'abitudine di leggere attentamente i toponimi delle strade, e di cercarne l'origine, la derivazione, le curiosità, gli aneddoti legati a esse. Sono giunto alla conclusione che il 99% delle strade caratterizzate da nomi "particolari" sono solo a Napoli, così cominciai a prendere qualche appunto, mentre mi frullava per la testa di divulgare ciò che avevo appreso un sogno..."

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Recensione dell'utente - Segnala come inappropriato

le prime pagine che ho letto mi hanno fatto capire, subito, la tua magnifica realizzazione: un'opera senza eguali che mette in luce la tua profonda cultura e la passione per Napoli ed il popolo napoletano. E' tutto curato in modo ottimale in un contesto di esaustive spiegazioni ed osservazioni del tutto particolari.VINCENZO VITIELLO 

Informazioni bibliografiche