Immagini della pagina
PDF
ePub

Questa feudalità, stabilita nel regno di Napoli molto più tardi che in tutto il resto d'Italia, passò poscia, ognor più distendendosi, dalla campagna nelle città, e le sottomise; mentre per lo contrario in Lombardia i Comuni già rigogliosi assoggettavano alla città le signorie del contado. Tali furono i mutamenti introdotti nel regno delle Due Sicilie dalla conquista de Normanni!

IV. 26. – G. Malat. II. 29. III. 1 1. 20. IV. 15 – Falcon. Benev. p. 132.

[ocr errors]

CAPITOLO QUARTO

La milizia de'Comuni italiani.
A. 1154-1300.

I. Risorgimento de'Comuni e della loro milizia. I Comuni alle prese col Barbarossa. Battaglia di Legnano. II. Costituzione della milizia a piè de'Comuni. Il carroccio segno proprio di cosiffatta milizia. – Obbligazioni militari. Scompartimento della fanteria. Le compagnie d'arti e d'armi. III. Mutazioni avvenute nella cavalleria. Costituzione della cavalleria de'Comuni. Perchè sia tutta nelle mani dei Grandi. Ordini e privilegi suoi. IV. Maniere di trattare la guerra tra Comuni. Che cosa fosse la gualdana, la cavalcata, l'oste e la taglia. – Esercizii militari. Fatto atroce di Ravenna. V. A mostrare le particolarità dell'amministrazione della guerra presso a Comuni si narrano gli ordini dei Fiorentini per la spedizione contro Siena. – Nomine degli officiali. Descrizione dell'esercito. Ordini presi rispetto alle vittovaglie, ai segnali, ed alla custodia del carroccio. VI. Si trae fuori il carroccio e la martinella. Si fa la massa di tutti gli armati. Leggi e regolamenti militari. Disposizione della marcia. Vittoria e ritorno de' Fiorentini. VII. Artificio de'nemici. Nuova spedizione. Disfatta di Monteaperti.

[ocr errors]
[graphic]

CAPITOLO QUARTO

La milizia de'Comuni italiani.

A. 1 154-1300.

Non era ancora giunto al suo termine l'undecimo secolo, che una grande rivoluzione s'era compiuta nelle città di Lombardia. Al potere feudale del vescovo era sottentrato un reggimento a popolo; agli avvocati, ai visconti e vice-domini vescovili erano succeduti consoli ed anziani: infine il nuovo nome di Comune aveva cominciato a distinguere una mutazione apparsa dopo alcuni secoli di occulto apparecchio. Di già nel 1119 i consoli milanesi guidano le genti loro e delle città confederate all'assedio di Como (1); di già nel 1151 la terra di Nonantola promette obbedire in guerra a consoli di Bologna (2); ed oramai la maggior parte de'nobili del contado ha giurato divozione e cittadinanza a Comuni vicini, allorchè scoppia la gran lotta fra essi e Federico I Barbarossa (5).

(1) De bello Cumensi, vers. 260 (R. I. S. t. V).

(2) Murat. Antiq. m. avi, diss. XLVII. p. 184. doc.

(3) Ex quo fit ut tota illa terra intra civitates ferme divisa, singula ad commanendos secum diaccesanos compulerint, virque aliquis nobilis vel vir magnus tam magno ambitu inveniri queat, qui civitatis sua non sequatur imperium. Otton. Frising. L II. c. 13 (R. I. S. t. VI).

« IndietroContinua »