Immagini della pagina
PDF
ePub

IBIBLIOTECA S C E L T A ID I O P E R E IT A L I A N E antiche e sopense vot 458 CARLO BOTTA S TO RI A D'IT A L I A

VOLUME SECONDo

[merged small][ocr errors]

Qì à è lì ) ) ) ) è 4
CONTINUATA DA QUELLA
D I
URAAS (33SGO GUEGG24\RDRSla

[merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][merged small][graphic][graphic]
[ocr errors]
[merged small][merged small][ocr errors][ocr errors][ocr errors][merged small]

Durano ancora i frutti dello stolido e seapestrato Medio Evo, ambizioni sfrenate. Disposizioni in Genova. Congiura di Gianluigi de Fieschi. Come dopo la Coniura si stringe il governo. Che cosa fossero in Genova il Portico Vecchio e il Portico Nuovo. 1 Genovesi non senza fatica espugnano il Castello di Montorio, che apparteneva ai Fieschi. Fine dei Fieschi e dei loro complici. Effetto prodotto nell'animo dei principi dal moto di Genova. La Francia in favore dei F" l'Imperatore contro. Che cosa pensassero Pierluigi Farnese da Piacenza, Cosimo de' Medici da Firenze, Ferrante Gonzaga, governatore di Milano, tutti intenti a trovar modi, i" fossero, e qual nome avessero, di stabilire ermamente le cose loro, o come padroni, o come ministri di padrone.

Le guerre continue che successero in Italia dall'invasione di Carlo VIII in poi, le mutazioni frequenti di stati che ne seguitarono, e la partecipazione che ebbero in tali accidenti non tanto i sovrani che i popoli, avevano mantenuto negli animi quell'attività ed amore di cose nuove, che in loro erano state prodotte dalle condizioni incomposte e torbide del Medio Evo. Non era ancora spenta la memoria

« IndietroContinua »