Ricerca Immagini Maps Play YouTube News Gmail Drive Altro »
Accedi
Libri Libri
" Ma per salirla mo' nessun diparte Da terra i piedi, e la Regola mia Rimasa gi per danno delle carte. "
La Divine Comdie - Pagina 80
di L. Ratisbonne - 1860
Visualizzazione completa - Informazioni su questo libro

Manuale dantesco, Volume 1

Jacopo Ferrazzi - 1865
...50. La regola mia Rimasa gi per danno delle carte, (non v'ha chi l'osservi) Le mura, che soleano esser badia, Fatte sono spelonche, e le cocolle Sacca son piene di farina ria. Par. XXH. 1i. Render solea quel chiostro a questi deli Fertilemente, ad ora fatto vano. Par. xxi....
Visualizzazione completa - Informazioni su questo libro

Comedia di Dante degli Allagherii, Volume 1;Volume 38

Dante Alighieri - 1866
...viaggio di contemplazione. Le mura, che soleano esser bada, Fatte son spelonche , e le cocolle Saeca son piene di farina ria. Ma grave usura tanto non si tolle Centra il piacer di Dio , quanto quel frutto 80 Che fa il cuor de' monaci s folle. Che0 quantunque...
Visualizzazione completa - Informazioni su questo libro

La Divina commedia portata alla comune intelligenza

Dante Alighieri, S. Brigidi - 1868 - 464 pagine
...salirla mo nessun diparte Da terra i piedi : e la regola mia Rimasa gi per danno delle carte. Le mura che solcano esser badia , Fatte sono spelonche,...piene di farina ria. Ma grave usura tanto non si tolle Centra il piacer di Dio, quanto quel frutto, Che fa il cuor de' monaci s folle; Ch quantunque la...
Visualizzazione completa - Informazioni su questo libro

La divina commedia, Volume 3

Dante Alighieri - 1868
...salirla mo nessun diparte 39 Da terra i piedi, e la regola mia* 0 Itiniasa gi per danno delle carte. Le mura, che solcano esser badia, " Fatte sono spelonche, e le cocolle* 1 Sacca son piene di farina ria. M Ha grave upura tanto non ni lolle *'' W Mo. Ora, 1300. M La regola...
Visualizzazione completa - Informazioni su questo libro

La Divina commedia di Dante Alighieri

Dante Alighieri - 1869 - 604 pagine
...salirla mo' nessun diparte Da terra i piedi : e la regola mia Rimasa gi per danno delle carte. Le mura, che solcano esser badia, Fatte sono spelonche...piene di farina ria. Ma grave usura tanto non si tolle Contro '1 piacer di Dio, quanto quel frutto Che fa il cuor de1 monaci s folle. Che quantunque la...
Visualizzazione completa - Informazioni su questo libro

Storia delle belle arti in Italia, Volume 1

Ferdinando Ranalli - 1869
...preti secolari, ma negli ordini monastici, onde Dante ebbe a dire: Le mura, che solean esser bada, Fatte sono spelonche, e le cocolle Sacca son piene di farina ria. In fme in quel tempo allarg il suo uffizio l'Inquisizione domenicana; il pi infelice testimonio...
Visualizzazione completa - Informazioni su questo libro

Lezioni di letteratura italiana dettate nell'universit di Napoli, Volume 1

Luigi Settembrini - 1870 - 439 pagine
...Romoaldo. Poi si lamenta de'suoi frati, e dice che la sua Regola rimasta una carta, le mura che solevano esser badia fatte sono spelonche, e le cocolle sacca son piene di farinaria.— Cosi detto si raccolse co'suoi, e su per la mirabile scala tutti disparirono. Dietro...
Visualizzazione completa - Informazioni su questo libro

Comento della Divina commedia di Ippioflauto Tediscen

Dante Alighieri - 1873 - 1220 pagine
...salirla mo nessun diparte Da terra i piedi, e la regola mia Kimasa gi per danno delle carte. 26 Le mura, che solcano esser badia, Fatte sono spelonche, e le cocolle Sacca son piene di farina ria. 27 Ma grave usura tanto non si tolle Centra il piacer di Dio, quanto quel frutto Che fa il cuor de'...
Visualizzazione completa - Informazioni su questo libro

Lettera i-xxxvi su Dante Alighieri, Volumi 1-18

Carmine Galanti - 1873
...per salirla mo nessun diparte Da terra i piedi, e la regola mia Himasa gi per danno delle carte. Le mura che solcano esser badia , Fatte sono spelonche, e le cocolle Sacca son piene di farina ria. ( Ib. v. 70 e segg. ) Possiamo dunque esser sicuri, che Dante pregiava e ammirava e vergini e monaci...
Visualizzazione completa - Informazioni su questo libro

Commento alla Divina commedia d'Anonimo Fiorentino del secolo XIV, Volume 3

Cosimo Ceccuti - 1874
...per salirla mo nessun diparte Da terra i piedi, e la regola mia Rimasa gi per danno delle carte. Le mura, che solcano esser badia, Fatte sono spelonche,...farina ria. Ma grave usura tanto non si tolle Contra il piacer di Dio, quanto quel fruito Che fa il cuor de' monaci si folle. Che, quantunque la chiesa...
Visualizzazione completa - Informazioni su questo libro




  1. Biblioteca personale
  2. Guida
  3. Ricerca Libri avanzata
  4. Scarica PDF