Ricerca Immagini Maps Play YouTube News Gmail Drive Altro »
Accedi
Libri Libri 41 - 50 di 195 su E s' io al vero son timido amico , Temo di perder vita tra coloro Che questo tempo....
" E s' io al vero son timido amico , Temo di perder vita tra coloro Che questo tempo chiameranno antico. La luce in che rideva il mio tesoro Ch' io trovai lì , si fe' prima corrusca, Quale a raggio di sole specchio d' oro ; Indi rispose : coscienza fusca... "
La divina commedia, nuovamente emendata [by F. de Romanis]. - Pagina 282
di Dante Alighieri - 1816
Visualizzazione completa - Informazioni su questo libro

A Brief Notice of Some Recent Researches Respecting Dante Alighieri

Thomas John Mazzinghi - 1844 - 55 pagine
...uncompromising friend of truth. How does the whole theory deaden our admiration of those noble lines — " S' io al vero son timido amico Temo di perder vita tra coloro Che questo tempo chiameranno antico ! " How incompatible is it with the continued exhortation addressed to the Poet in the " Divine Comedy,"...
Visualizzazione completa - Informazioni su questo libro

Bellezze della Divina commedia di Dante Alighieri

Antonio Cesari - 1845
...questo sccondo parlare? udite ora nuovo abito, che egli mette a questa sentenza: E s'io al vero eon timido amico, Temo di perder vita tra coloro, Che questo tempo chiameranno antico : chi s'aspettava questo modo di nominar i posteri? e però il lettore gode assaissimo di questo nuovo...
Visualizzazione completa - Informazioni su questo libro

La divina commedia, Volume 4

Dante Alighieri - 1847 - 670 pagine
...lo Ciel di lume in lume Ho io appreso quel che, s'io ridico, A molti tia sapor di forte agrume : 117 E s'io al vero son timido amico, Temo di perder vita tra coloro, Che questo tempo chiameranno antico. 120 La luce, in che rideva il mio tesoro, Ch'io trovai lì, si fe' prima corrusca, Quale a raggio di...
Visualizzazione completa - Informazioni su questo libro

La Divina Commedia di Dante Allighieri, Volume 2

1848
...lume in lume, n5 Ho io appreso quel che, s' io ridico, A molli fia savor di forte agrume; E, s' io al vero son timido amico, Temo di perder vita tra coloro Che questo tempo chiameranno antico. 120 La luce in che rideva il mio tesoro, Gh' io trovai lì, si fe' prima corrusca, Quale a raggio di...
Visualizzazione completa - Informazioni su questo libro

Opere edite e postume ...

Ugo Foscolo - 1850
...i V oscurità profetica dell' autore convalidò la comune opinione ; e infatti soggiunge : E s' io al vero son timido amico , Temo di perder vita tra coloro Che questo tempo chiameranno antico. E il suo progenitore , non che pure l' esorti a serbare all' utilità de' posteri la riprensione che...
Visualizzazione completa - Informazioni su questo libro

Opere edite e postume, Volume 3

Ugo Foscolo - 1850
...l'oscurità profetica dell'autore convalidò la comune opinione; e infatti soggiunge : E s'io al vero so» timido amico , Temo di perder vita tra coloro Che questo tempo chiameranno antico. E il suo progenitore, non che pure l'esorti a serbare all' utilità de' posteri la riprensione che...
Visualizzazione completa - Informazioni su questo libro

La divina commedia, Volume 3

Dante Alighieri - 1850
...Mt.—Dilume in lume, di stella in stella, di pianeta in pianeta. Fia savor di forte agrume; direbbeE, s'io al vero son timido amico, Temo di perder vita tra coloro 120 die questo tempo chiameranno antico. La luce in che rideva il mio tesoro, di' io trovai lì, si...
Visualizzazione completa - Informazioni su questo libro

Quei del buon tuono al tribuanle de Dante: scherzo satirico moralissimo

Giuseppe Silvestri - 1851 - 261 pagine
...nel che è rip sto il più gran premio degli scrittori, il nostro Dante soggiugne E s' io sono al ver timido amico, Temo di perder vita tra coloro, Che questo tempo chiameranno antico. Quei che quel tempo chiamerebbero antico, siamo anche noi, appresso i quali il nome di Dante è sì...
Visualizzazione completa - Informazioni su questo libro

Quei del buon tuono al tribuanle de Dante: scherzo satirico moralissimo

1851 - 261 pagine
...è riposto il più gran premio degli scrittori, il nostro Dante soggiugne E s' io sono al ver Umido amico, Temo di perder vita tra coloro, Che questo tempo chiameranno antico. Quei che quel tempo chiamerebbero antico, siamo anche noi, appresso i quali il nome di Dante è sì...
Visualizzazione completa - Informazioni su questo libro

Vita di Dante Alighieri

conte Cesare Balbo - 1852 - 513 pagine
...ciel di lume in lume Ho io appreso quel che, s' io ridico, * A molti fìa savor di forte agrume: 118 E s'io al vero son timido amico, Temo di perder vita tra coloro Che questo tempo chiameranno antico. 121 La luce, in che rideva il mio tesoro (a) Ch' io trovai l'i, si fe' prima corrusca, Quale a raggio...
Visualizzazione completa - Informazioni su questo libro




  1. Biblioteca personale
  2. Guida
  3. Ricerca Libri avanzata
  4. Scarica PDF